L’ODORE DEL SANGUE ED IL PROFUMO DELLA SALSEDINE


Flavio, stimato psicologo della capitale, sta organizzando le prossime vacanze estive a Santorini insieme alla sua compagna Nancy. Ultimati i preparativi partono, trascorrendo una coinvolgente vacanza nell’isola greca, condita da cibo, buoni vini ed eccellente sesso. Dopo pochi giorni dal rientro a Roma Nancy deve nuovamente spostarsi, questa volta per un viaggio di studio che ha per meta la Sicilia e ovviamente, di accompagnarla all’aeroporto se ne occupa Flavio che, tornando verso casa, sul grande raccordo anulare, viene coinvolto in un incidente automobilistico talmente grave da costargli svariati mesi di coma. Al risveglio in ospedale Flavio si rende conto che gli unici cari che sono stati al suo capezzale durante quel tempo sono la sorella e la sua ex moglie con la figlia Margherita ma, di Nancy non c’è stata la minima traccia. Pochi giorni necessari per riprendersi ed avere un minimo di indipendenza fisica bastano ad iniziare il percorso incentrato sulla ricerca di Nancy, dapprima con una denuncia di scomparsa al Commissariato locale e poi inoltrandosi in indagini condotte privatamente. Da lì a poco emergono risultati decisamente inquietanti. La polizia della regione Sicilia si scopre impegnata da tempo in un caso irrisolto che vede la scomparsa di ragazze con fisionomia e caratteristiche molto simili a quelle di Nancy, indagine codificata come “Il caso delle saline”, mentre Flavio, riuscendo ad accedere al computer della compagna lasciato a Roma, risale ad un interessante contatto, Giuseppe Camarda, frequentatore delle chat alla ricerca di amicizie femminili con culti letterari e musicali di tendenza. Iniziano a questo punto le pressioni di Flavio per cercare di far luce sulla sparizione mentre contemporaneamente, oltre ogni aspettativa, un ispettore della polizia di Trapani lo contatta per proporgli una collaborazione informale nelle indagini vedendo in lui un possibile interprete nella logica del serial killer che è riuscito a mettere con le spalle al muro l’intera squadra omicidi dell’isola. Lo psicologo sceglie di accettare la sfida e si trasferisce nella città siciliana dove avrà modo di essere parte integrante allo sviluppo del caso. Di pari passo si muove la storia di Peppe Camarda, possibile medico e, di fatto, poliziotto che dopo aver scoperto gli autori dell’assassinio della sorella quattordicenne subisce l’incontrollabile ossessione di uccidere a sua volta con lo specifico intento di interrompere l’esistenza di ragazze molto giovani con corporature simile alla sorella perché non possano vivere più vita di quella che a lei è stata brutalmente negata. I riti di Peppe finiscono con il farsi macabri quando, dopo gli omicidi delle ignare vittime, si preoccupa di fare dei veri e propri book fotografici dei corpi senza vita delle fanciulle per poi utilizzare le immagini stampate su carta, come riempimento di bambole in stile My Doll.


 L’ODORE DEL SANGUE ED IL PROFUMO DELLA SALSEDINE

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in