Perché lascio ViviAranova


di Cristina Andrioli

Credo sia arrivato il momento di tirare le somme sull’operato dell’associazione ViviAranova e rassegnare le mie dimissioni dal ruolo di Presidente.
Come molti di voi sapranno, ViviAranova è un’associazione culturale nata quattro anni fa con l’intento di riscoprire e rivalutare le tante eccellenze presenti in un territorio così ricco di storia. 
Abbiamo cercato di creare aggregazione tra gli abitanti promuovendo diverse iniziative, tra le quali ricordo i seminari di Vivisano e le gite organizzate nei luoghi più suggestivi del nostro comune. Abbiamo coinvolto i residenti in eventi di carattere ludico, come i tornei di burraco, che hanno rappresentato un appuntamento mensile fisso per l’associazione ed un’occasione di incontro per gli appassionati del gioco. 
Ci siamo inoltre messi a disposizione del territorio facendo presente all’amministrazione alcune difficoltà lamentate dai cittadini. 
Nell’ultimo periodo, però, sono sopraggiunti altri impegni di carattere personale che non mi consentono di dedicare all’associazione il tempo che meriterebbe. 
Pertanto, nella convinzione che, per essere realmente attiva sul territorio, un’associazione abbia bisogno di una partecipazione e di un impegno costante da parte del suo Presidente come degli altri associati, sento il dovere di rassegnare le mie dimissioni. 
Nonostante le difficoltà riscontrate, a volte fisiologiche per un’associazione così giovane, voglio comunque esternare il mio orgoglio per tutti gli obiettivi realizzati in questi anni, di cui la pagina Facebook “ViviAranova associazione” fornisce testimonianza. 
Lascio questo ruolo con immenso dispiacere, non lo nego, ma al tempo stesso felice per il percorso intrapreso. Questa esperienza si è rivelata infatti l’occasione per conoscere persone di grande spessore intellettuale ed umano, alle quali ho imparato a voler bene. 
Un ringraziamento particolare va dunque ai collaboratori che mi hanno accompagnata in questa avventura, perché senza il loro supporto ed il prezioso aiuto offerto nulla sarebbe stato possibile. 
Sono certa che il nuovo direttivo sarà composto da persone che continueranno il percorso di ViviAranova con rinnovato entusiasmo


Perché lascio ViviAranova

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in