Una lettera d’amore alla Pineta di Fregene


Chi vive a Fregene, sa bene il legame speciale che lega la località al suo simbolo più importante, la Pineta Monumentale. È stata per decenni il simbolo riconoscitivo della nostra città e per chi ha più o meno la mia età è stato il luogo migliore al mondo dove giocare; i bambini di Fregene hanno avuto l’incredibile fortuna di avere un posto così bello dove trascorrere le proprie giornate.

Purtroppo però per la futura generazione questo sarà diverso. Penso che chiunque sia passato dentro la Pineta negli ultimi anni si sia reso conto dello stato in cui versa. Il degrado regna sovrano, con i rifiuti che la tappezzano, l’illuminazione e il servizio idrico non più funzionanti, ed i giochi ormai marci e addirittura pericolosi.

Tutto questo senza prendere in esame la situazione della sicurezza dei pini, molti dei quali ormai marci e pronti a cadere alla minima sollecitazione del maltempo. 

Ad oggi si può tranquillamente affermare che non è più uno spazio vivibile e godibile, tantomeno sicuro per i bambini.

Ma come si arriva a tutto ciò? Bisogna sicuramente tenere conto del fatto che si tratta di un’area che richiede costante manutenzione e attenzione, nonché una spesa non indifferente per l’Amministrazione. Non è di certo una situazione semplice. 

Ma questo non può e non deve essere il motivo per abbandonare e lasciare che la situazione diventi quella che è oggi. 

Come in tutte le cose, prevenire è meglio che curare. Negli anni le varie Amministrazioni di destra e sinistra che si sono succedute (compresa l’attuale)hanno trascurato completamente la manutenzione della Pineta Monumentale, con le conseguenze che vediamo oggi. Ed ora per mettere apposto serviranno molti più soldi e tempo rispetto a se fosse stata fatta una manutenzione continua e periodica.

Qual è il futuro della nostra Pineta? 

Si è svolta una seduta itinerante della Commissione Ambiente, di cui sono membro, proprio all’interno della Pineta. Abbiamo riscontrato tutte le criticità elencate sopra, ed abbiamo espresso preoccupazione per la sicurezza dell’area. Ne è uscito fuori che: 

L’area giochi all’interno va immediatamente interdetta e demolita. Addirittura ho visto altalene con chiodi arrugginiti sporgenti, e scivoli divelti. Quel posto non è sicuro per i bambini. 

Sarà fatta una perizia per giudicare lo stato di sicurezza attuale. Se ne verrà fuori che l’area è pericolosa, potrebbe essere parzialmente o totalmente chiusa. 

Io nel mio intervento ho tenuto a sottolineare che, qualora dovesse essere chiusa, deve essere immediatamente studiato un piano di rilancio e messa in sicurezza della Pineta, che permetta di riaprirla al pubblico nei più brevi tempi possibili.

Non accetterò che il simbolo di Fregene venga sottratto ai cittadini. Quella Pineta ha un posto speciale dentro a tutti i cittadini di Fregene, me compreso. Se serviranno dei lavori di messa in sicurezza ovviamente ben vengano, ma come Consigliere Comunale, rappresentante del M5S e sopratutto come abitante di Fregene non permetterò che la chiusura sia una scusa per privarla definitivamente a tutti noi. 

Se serviranno soldi per riportarla come merita di stare, saranno soldi ben spesi.

La Pineta Monumentale di Fregene è un patrimonio per tutti i cittadini di Fiumicino, e farò in modo che la sua cura diventi una priorità dell’Amministrazione.

Ezio Pietrosanti

Portavoce Movimento 5 Stelle


Una lettera d’amore alla Pineta di Fregene

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in