Siamo arrivati alla frutta…


di Franco Cerretti

Il 24 ottobre, poco dopo le 21, si sono infranti i sogni di una famiglia. Anni di sacrifici andati in fumo (è proprio il caso di dirlo!) per via di un incendio di sicura origine dolosa. A distanza di poco più di un mese l’Azienda agricola “Fratelli Cerrocchi” si sta ancora leccando le ferite. Ma non è solo il danno materiale a intristire il gli occhi di Beatrice Cerrocchi, che ci ha voluto incontrare non soltanto per rendere pubblico il proprio dramma, ma soprattutto per sottolineare il clima che si respira da un po’ di tempo dalle nostre parti. Ancora vivo, infatti, è il ricordo dei due incendi che hanno coinvolto due esercizi commerciali a Maccarese rimasti senza colpevoli. 

La bella struttura dell’Azienda Cerrocchi era divenuto un punto di riferimento per tante famiglie del territorio. Frutta e verdura sempre fresche unite alla cortesia e ai buoni consigli. 

Tutto questo ora è solo un ricordo. “Non abbiamo mai ricevuto minacce… Non riesco a capire le ragioni di tanta cattiveria…”, così Beatrice ancora incredula. “Per la prossima primavera speriamo di poter essere di nuovo in grado di offrire i nostri prodotti in una nuova struttura…”. Dice tutto questo con un filo di voce, ma la forza che ha dentro, la voglia di ricominciare la manifesta quando dice che in ogni caso lei e i suoi familiari hanno preso a consegnare a casa i prodotti della loro terra. “Non possiamo fermarci, la frutta e la verdura della nostra terra non possono aspettare la ricostruzione del chiosco…”,

Anzi, a questo proposito, lanciamo un appello ai nostri lettori. Chi volesse contattare Beatrice per ricevere frutta e verdura a domicilio può chiamare il numero 3397842186. 

Un piccolo aiuto alla famiglia Cerrocchi e uno schiaffo a chi ha cercato di distruggere un piccolo sogno che si stava imponendo nel circondario come un’oasi di prodotti a chilometro zero.

Sul posto, come testimoniano le fotografie che corredano questo articolo, ben poco è rimasto in piedi. Solo gli scheletri di una struttura consumata dal fuoco appiccato da chissà chi. A far bella mostra di sé, invece, intatta, è rimasta solo la piccola madonnina che dava il benvenuto ai visitatori. Un caso, senz’altro. O forse la testimonianza della forza di rinascere che si legge negli occhi di Beatrice.


Siamo arrivati alla frutta…

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in