Metti il mercato del Bivio di Fregene a Testa di Lepre


di Franco Leggeri (Direttore Redreport)

Il mercato Contadino della Campagna Romana, organizzato dalle Tre Pro Loco: Testa di Lepre, Torre in Pietra e Passoscuro, è qualcosa di unico e di una potenzialità tutta da scoprire e valorizzare ma, a mio avviso, deve essere ripensato e riprogettato urgentemente sempre se esiste la volontà di proseguire questa bella esperienza. Bisogna che i responsabili, con umiltà, si siedano ad un tavolo per fare una disamina dei problemi, ve ne sono molti, ma superabilissimi, al fine di colmare i deficit organizzativi e di marketing. Ripensare e riprogettare il mercato all’interno di un concetto che, ad esempio, il mercato Contadino della Campagna Romana dovrebbe essere un luogo di condivisione sociale, culturale ed economico. Ricordare , sempre, che qui si rinnovano i valori dei cibi di piccoli produttori, della territorialità, dell’economia agro-alimentare a km 0; dell’educazione anti-spreco quando consumiamo cibi, quando li compriamo e li conserviamo. Tenere sempre presente che il mercato racconta una realtà vera, il suo tessuto sociale che rispecchia la realtà di chi tutti i giorni maneggia il nostro bene più prezioso, il cibo. Non è mio compito entrare nell’organizzazione, ma se si vuole che vengano gli abitanti locali e di passaggio per acquistare qualcosa di glamour, soprattutto “made Campagna Romana” bisogna, ripeto, con umiltà, ripensare la strategia di marketing, pubblicità, riprogettare i percorsi all’interno del mercato. Sono fiducioso, spero, che gli organizzatori sapranno far diventare questo mercato un vero e proprio marchio registrato: “MERCATO della CAMPAGNA ROMANA”.


Metti il mercato del Bivio di Fregene a Testa di Lepre

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: