A spasso nella Riserva con Riccardo


DI-GIUSEPPE-3-e1554798770734 A spasso nella Riserva con RiccardoRubrica settimanale a cura di Riccardo Di Giuseppe, Naturalista, Agrotecnico e Divulgatore scientifico  

Amiche e Amici oggi vi faccio conoscere l’Oasi dei Tre Denari! Un luogo straordinario tra Maccarese e Passoscuro, che ha mantenuto una buona varietà di ambienti naturali caratteristici, per la conservazione di flora e fauna, tipici dell’antico litorale romano: duna costiera, la macchia mediterranea retrodunale e a ridosso del rio Tre Denari un bosco igrofilo. L’area nella fascia tra Maccarese e Passoscuro è l’unico sito della  Riserva Litorale Romano dove è possibile osservare ancora integra tutta la successione vegetazionale che dalla vegetazione pioniera della duna porta alla macchia mediterranea retrodunale. Nell’area interessata dalla foce del rio Tre Denari permangono alcune dune fino a ridosso della recinzione che delimita l’area a macchia mediterranea di proprietà della Maccarese S.P.A. Società Agricola. La rilevanza naturalistica è data dalla presenza della foce del fiume rio Tre Denari, che interessa un largo tratto di litorale. Anche qui le variazioni della portata del fiume, sono alla base dei cambiamenti di fisionomia di tutta l’area occupata dalla foce, a cui corrispondono variazioni altrettanto repentine della composizione floristica. In periodi caratterizzati da consistenti precipitazioni, in cui il regime del fiume prevale su quello del mare, con un conseguente abbassamento della salinità dell’acqua, si assiste alla germinazione di specie igrofile di ambiente fluviale. La fascia retrodunale è invece caratterizzata dall’inserzione di arbusti e suffrutici mediterranei. Procedendo verso l’interno, questo arbusteto si trasforma in una macchia piuttosto intricata. Nell’area più interna a ridosso delle anse del fiume rio Tre Denari si trova un lembo di bosco igrofilo. Un ambiente ricco anche di animali. È un sito estremamente interessante anche dal punto di vista storico e culturale. Qui, Federico Fellini, ambientò la scena finale della “Dolce Vita” uno dei film più importanti della storia del cinema mondiale. Proprio il fiume rio Tre Denari, veniva chiamato dal grande regista lo “Fiumicello invalicabile”.

Che bello vivere in una Riserva! Alla prossima settimana e ricordate sempre … #conoscerepertutelare! 


A spasso nella Riserva con Riccardo

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in