Da Renzi l’unica seria proposta


di Elia Arena

Non credo proprio sia ridicola la proposta di Renzi. Semmai il governo dovrebbe darsi una linea programmatica condivisa da tutti per il bene del paese senza esautorare il Parlamento. Comunque di ridicolo c’ è tanto su cui discutere nelle sedi preposte. Basti pensare ai “5 stalle”. Il Parlamento non è un talk show televisivo; esso rappresenta la sovranità del popolo. Altresì -aggiungo-  non è la quantità nei consensi ciò che conta , ma è la qualità. Di qualità e competenza ne abbiamo tantissima, anche da vendere a chi ne ha realmente bisogno (i numeri durante la legislatura renziana dicono che il paese è cresciuto in PIL ed occupazione, il resto sono solo beghe da bar dello sport) . È grottesco pensare a chi tra i parlamentari tergiversa sul Mes, ovvero, piuttosto a chi pensa alla collegialità della task force affinché dia una svolta di programmazione sul recovery fund. Per fortuna il nostro sistema politico liberal democratico è rappresentato da un Parlamento, il quale rappresenta la nostra forma di governo. Sulla forma di stato c’ è ancora molto da disquisire… Vi ricordo che avete bocciato il referendum dell’ unico leader della politica italiana, erroneamente per motivi puramente personali come fosse un atto di epurazione stalinista. Ora tenetevi pure l ‘ articolo v . Soddisfatti e con la giusta ricompensa! Avete concesso la Sanità Pubblica alle Regioni piuttosto che centralizzare un sistema già al collasso. Benissimo, ottima scelta! Voi capaci politici del novecento, retaggio di un passato morto e sepolto. Il mondo è cambiato e servono nuove parole. Schernire chi ha il 3 % , vale a dire che la policy non ha senso. Ricordo a tutti voi, giovani e anziani, che con poco meno il Partito Liberale e quello Repubblicano hanno reso in uno status di subalternità tutti i grandi partiti di massa del novecento.  Alla prossima vi farò un’analisi più approfondita affinché capiate come discernere un partito d’ opinione da un movimento politico, che ad oggi sta al governo, tant’è che si è cimentato come partito con una scarsa mediocrità su cui c’è molto da riflettere. Il vero problema di questo governo non è Renzi. Badate bene! La vera zavorra è rappresentata dai “5 stalle” e dai veterocomunisti (quest’ultimi solo per definizione). Non rinnego il mio passato antagonista, ma è ora di voltare pagina e rendersi conto che quei sogni sono sempre e comunque rimasti dei sogni mai avverati. Credo solo nella buona politica, nella capacità della classe dirigente del mio partito di riferimento senza demagogia e populismi retrogradi.


Da Renzi l’unica seria proposta

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in