Colpita la Fattoria dei Nonni di Riccardo Di Giuseppe  


A cura di Franco Cerretti

“Un’ora fa sono entrati nella mia fattoria, hanno ucciso e portato via quasi tutti gli animali. Tutte le galline, faraone, i porcellini d’india, Lola la capretta… Tagliato le reti… Sto veramente male.”

Queste le parole di Riccardo Di Giuseppe, noto ambientalista del nostro territorio, vergate sul suo profilo Facebook. 

“Sicuramente è stato il gesto di qualche disperato che non sa cosa mangiare”, ha dichiarato Riccardo, “perché altrimenti non si spiega. Sono stati portati via tutti gli animali le cui dimensioni lo consentivano, ma anche gli attrezzi da lavoro che usiamo per curare l’orto. Probabilmente si trattava di più persone, che in pochi minuti hanno caricato tutto sopra un mezzo e sono spariti all’imbrunire”.

Un avvertimento a Di Giuseppe o più semplicemente il gesto di un disperato alla ricerca di cibo? Probabilmente non lo sapremo mai. Di certo ci resta difficile pensare che qualcuno possa aver voluto colpire Riccardo e il suo impegno nel confronti dell’ambiente, ma l’invidia e la follia possono andare anche oltre ogni più semplice sensazione. 

Tante sono state le espressioni di solidarietà nei confronti di Riccardo Di Giuseppe, dal Sindaco Montino alla Condotta Slow Food, dai cittadini e dagli amici che hanno potuto apprezzare in questi anni il lavoro, l’impegno e l’amore di Riccardo nei confronti degli animali e dell’ambiente tutto. 

Il messaggio della Condotta Slow Food 

La Condotta Slow Food dell’Agro e del Litorale di Fiumicino condanna il vile gesto compiuto ai danni del nostro amico Riccardo Di Giuseppe. Una vigliacca strage dei suoi amati animali che popolavano il meraviglioso progetto divulgativo “Il giardino dei nonni”. Colpire i suoi inermi amici è stato come colpire tutti noi.

Riccardo, con il suo impegno nella salvaguardia della natura e nella divulgazione scientifica a grandi e piccini rappresenta da sempre il volto della natura di Fiumicino. Siamo sicuri che nessuno riuscirà a fermare le sue battaglie e noi saremo sempre al suo fianco.

Con il suo hashtag #conoscerepertutelare continuerà, sapendo che la Condotta Slow Food si attiverà per aiutarlo a ripartire, siamo sicuri con più determinazione di prima. Un abbraccio da tutti noi.

Le parole del Sindaco Montino

Desidero esprimere a nome mio e di tutta l’amministrazione che presiedo la solidarietà a Riccardo Di Giuseppe, ex direttore dell’oasi WWF di Macchiagrande, per il vile gesto di cui è stato vittima questa notte. Non si conoscono ancora le motivazioni e le responsabilità di quanto è accaduto, ma una cosa è certa: uccidere animali innocenti è un crimine orrendo e imperdonabile, ancora più brutto se fatto poi alle spalle di una persona che da sempre si è spesa per la tutela e la valorizzazione del mondo naturale, da lui amato e conosciuto in modo approfondito. Riccardo non mollare, prosegui nella tua encomiabile opera di divulgazione scientifica e amore per gli animali, in particolare rivolto alle giovani generazioni”.

Amici grazie di cuore per la vicinanza, l’affetto“, ha scritto Riccardo sulla sua pagina Facebook. “Continuerò a raccontare le storie belle del giardino e come i progetti prendono vita. Un forte abbraccio a tutti, domani si riparte”.

Conoscendo il carattere di Riccardo, ne siamo sicuri!

Colpita la Fattoria dei Nonni di Riccardo Di Giuseppe  

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in